Ergopower Campagnolo vs STI Shimano

  • Ottobre 23, 2012 09:44

Gli ergopower e gli STI (Shimano Total Integration) sono i comandi integrati nelle leve freno, i primi sono Campagnolo, i secondi Shimano. Come segnalato ho montato gli STI su Alice qualche tempo fa. Su Eva invece ho degli ergopower. Giappone vs Italia insomma. La millenaria saggezza del Sol Levante

contro l’italica arte di arrangiarsi

o se preferite la grande scienza giapponese…

contro l’italico genio.

Non a caso il confronto è di quelli che appassionano gli appassionati con la passione per la bicicletta da corsa e solo loro. Possedendo due bici con questi comandi ed essendo questo un blog che parla principalmente di biciclette non posso esimermi da un confronto che troverete in qualunque forum di bici da corsa, con fan scatenati dell’una o dell’altra marca. In breve: i comandi integrati sono di quelle cose che danno dipendenza, una volta abituati è difficile fare senza. Ovviamente, in nome delle più alte prescrizioni del troglociclismo, possiedo due bici usate con dette tecnologie e i rispettivi gruppi sono di fascia #pezzearculo. Per la precisione Shimano RX100 (7v) e Camapagnolo Veloce (9v). Si tratta nel primo caso di un gruppo che ha poco meno di venti anni, il secondo ha diversi anni in meno, ma molte delle cose che dico si possono applicare anche a comandi/gruppi più recenti. Gli ergopower hanno un pulsante posto dal lato interno del manubrio e una levetta posta dietro la leva del freno. Per gli STI invece ci sono due leve coassiali ed entrambi vanno mosse verso l’interno. Gli ultimi modelli di Shimano hanno invece la stessa disposizione di Campagnolo. Confusi? Avete ragione, ma è più difficile a dirsi che a farsi. Qui di seguito un riepilogo degli aspetti che mi sembrano rilevanti.

  • Precisione: si tratta di oggetti che comunque funzionano benissimo, da questo punto di vista sono equivalenti. Ho forse una lieve preferenza per Shimano.
  • Facilità d’uso/intuitività: dopo un po’ d’abitudine sono assolutamente equivalenti.
  • Ergonomia: Campagnolo permette la cambiata multipla sia in scalata che in salita, Shimano no.
  • Estetica: gli ergopower sono più belli da vedere, meno grandi e in più non hanno cavi esterni.
  • Praticità su bici da viaggio/città: i cavi esterni di Shimano danno fastidio quando si monta una borsa da manubrio, Campagnolo ha i cavi interni.

Io vi consiglio sempre di comprare una bici usata e in questo caso molto dipenderà da quello che vi trovate davanti, io li ho entrambi e tutti e due vanno bene. Di certo i comandi al manubrio rispetto a quelli per il tubo obliquo possono fare la differenza. Per la città e per il viaggio Campagnolo potrebbe risultare più comodo per via dell’assenza di fili esterni, ma se montate le borse solo sul portapacchi posteriore la cosa non vi crea problemi. Io uso gli STI con una borsa da manubrio e qualche volta devo spostare un po’ i cavi in maniera che continuino a funzionare perfettamente anche con la borsa, operazione che non ruba più di qualche secondo. Potete esprimere la vostra preferenza con la scelta della colonna sonora o lasciando un commento.

TrackBack URI

Leave a comment